Incontro con la sofferenza…

Alcuni giorni fa, per la prima volta nella mia vita, mi sono dovuta rivolgere al pronto soccorso per forte colica renale. Un dolore atroce, da sbattere la testa al muro che credo solamente chi ha provato possa capirmi. D’altronde anche io prima di provarlo in prima persona sapevo che era atroce ma soltanto per sentito dire. Un dolore che non si allevia in nessuna posizione. Per avere sollievo devi rivolgerti ad un medico nella speranza che ti possa aiutare. Se non c’è il tuo medico provi con la guardia medica che l’unica cosa che può fare è una puntura di antinfiammatorio nella speranza che ti calmi il dolore. Ma quando è troppo forte è utopia. Allora non ti rimane che andare al pronto soccorso. Mi preparavo a lunghe attese, invece mi hanno fatto entrare subito. Che dire su questo nulla da dire ma sicuramente non ho trovato personale umano e gentile. Saranno pure abituati a vederne ogni giorno e di tutti i colori ma come dico sempre certi lavori vanno fatti perché si è predisposti. Quando una persona sta male l’ultima cosa di cui ha bisogno è di sentirsi trattare in modo poco gentile. Anche una parola di conforto può fare la differenza. Invece le infermiere parlavano tra di loro, anzi sparlavano tra di loro del medico con cui erano in turno. E quando ho chiesto cosa mi sarebbe stato fatto mi è stato risposto che lo avrei visto di lì a poco. Allora le ho risposto che era un mio diritto saperlo!Il medico che dopo che ha provato a rivolgersi a me in tono poco gentile ed avendo avuto una risposta altrettanto poco gentile poi non si è più azzardato ad esserlo e ha anche dimostrato un minimo di umanità. Mi hanno preso i parametri vitali e attaccata ad una flebo. Io pensavo che la prassi prevedesse almeno un’ecografia addominale visti i sintomi invece la devo fare presso una struttura esterna. Invece no, flebo e dopo la seconda a casa. Con un foglio di dimissioni che rimanda al medico curante…Mi domando ma sono tutti così i pronto soccorso?

Precedente Il sentiero dei profumi-recensione. Successivo L'amicizia nel momento del bisogno (tuo)....