Leggitima difesa o no?

Per la mia riflessione odierna prendo spunto dall’ennesimo fatto di cronaca di ieri, in cui un onesto cittadino per difesa personale ha ucciso un deliquente. Come sempre in questi casi montano le polemiche, è stato giusto, non lo è stato, cosa comprende la leggittima difesa. Pare ne stia nascendo addirittura un caso politico con il governatore della Lombardia pronto a pagare le spese di difesa dell’ “omicida”. Al di là di tutto questo circo mediatico, che si scatena sempre in questi casi, mi pare aasurdo che noi dobbiamo avere paura all’interno della nostra casa, che dovrebbe essere il luogo più sicuro e prottetivo in cui stare. Credo che vedere violata la propria intimità sia uno spavento che non faccia mantenere la giusta lucidità a nessuno e di conseguenza permettere di agire con obiettività. Pensiamo a cosa succederebbe se fossimo addormentati e all’improvviso venissimo svegliati dal nostro sonno profondo da uno sconosciuto accanto al letto. Come reagiremmo? Per quanto mi riguarda non oso immaginarlo, sicuramente avrei un infarto istantaneo e risolverei così il problema. Io non sono per la violenza, credo possa risolvere poco ma in casi come questo non mi sento di condannare il signore che ha anticipato i tempi e si è difeso. Se avesse aspettato cosa gli sarebbe accaduto? Non credo che il ladro sarebbe stato tenero con lui. Sappiamo  tutti quello che accade in queste situazioni, poca pietà per chi subisce questi atti di violenza inumani. Allora cosa avrebbe dovuto fare il signore? Offrirgli da bere? L’Italia si contraddice anche situazioni del genere. Dove non vengono tutelati i cittadini onesti ma sempre più spesso i deliquenti, i criminali della peggior specie. Ricordiamoci che questo signore era a casa sua, facendosi i fatti propri quando ha ricevuto visite non gradite. Il morto se l’è andata a cercare, nessuno gli ha imposto di violare la privacy di una famiglia. Nella vita si sceglie, e quando si sceglie di far parte dell’illegalità si devono mettere in conto degli incidenti di percorso, come questo. Solidarietà al signore e alla sua famiglia. Nessuna pietà per i deliquenti. Vorremmo solo poter vivere in tranquillità e senza doverci guardare le spalle continuamente.

I commenti sono chiusi.